don Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 14 Settembre 2021

35

La festa in onore della Croce venne celebrata la prima volta nel 335, in occasione della “Crucem” sul Golgota, e quella dell’”Anàstasis”, cioè della Risurrezione. La dedicazione avvenne il 13 dicembre. Col termine di “esaltazione”, che traduce il greco hypsòsis, la festa passò anche in Occidente, e a partire dal secolo VII, essa voleva commemorare il recupero della preziosa reliquia fatto dall’imperatore Eraclio nel 628. Della Croce trafugata quattordici anni prima dal re persiano Cosroe Parviz, durante la conquista della Città santa, si persero definitivamente le tracce nel 1187, quando venne tolta al vescovo di Betlem che l’aveva portata nella battaglia di Hattin. […]

Continua a leggere il commento di don Luciano sul sito nondisolopane.it


Articolo precedentedon Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 14 Settembre 2021
Articolo successivoPadre Teresino Serra – Commento al Vangelo del 14 Settembre 2021