don Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 14 Novembre 2021

31

“Rimanete svegli”.

Questo richiamo ci accompagni sempre, ci aiuti a tener presente quello che siamo, quello che facciamo e sentiamo per vivere con coscienza ogni attimo di vita come dono di Dio, come occasione per offrire tutto a lui nel suo disegno d’amore. Così egli ci chiede di vivere intensamente la nostra libertà orientandola a lui in ogni momento.

Non restiamo passivi, trascinati dalle suggestioni della mentalità comune, ma siamo attenti con tutto il nostro cuore a quello che il Signore ci ha fatto conoscere e che ci propone attraverso le circostanze. Aiutiamoci gli uni e gli altri ad essere fedeli, richiamandoci a ciò che è veramente importante, aiutandoci a giudicare secondo criteri evangelici, ad agire coraggiosamente nell’amore, per cui potremo essere riconosciuti come suoi discepoli. Importa che l’orientamento della nostra vita sia rivolto alle realtà ultime, all’attesa della venuta finale del Cristo, coscienti però della sua continua invisibile presenza, tangibile nella costruzione di un mondo guidato dalla legge dell’amore.

[…]

Continua a leggere il commento di don Luciano sul sito nondisolopane.it


Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 14 Novembre 2021
Articolo successivoCommento al Vangelo del 14 Novembre 2021 – mons. Claudio Maniago