don Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 12 Novembre 2021

52

“…Chi cercherà di salvare la propria vita, la perderà; ma chi la perderà, la manterrà viva…”

Nel dialogo odierno sono i discepoli a porre la domanda.
Ma a loro non interessa quando, ma dove il regno di Dio viene.
Se alla domanda sul quando Gesù aveva risposto sempre e ora, a quella circa il dove Gesù risponde dappertutto e qui.
Presenta scenari di vita quotidiana dove si mangia, si beve, si dorme, ci si sposa, si compra e si vende.
Eppure una persona su due non se ne accorge perché troppo intenta a conservare la sua vita invece di perderla a causa dell’amore, della pace e della giustizia che Gesù ha insegnato.

Il giudizio è riservato a Dio; ma se alla fine della vita saremo giudicati sull’amore, coloro che non perdono occasione per amarsi gli uni gli altri non hanno da temere: sapranno in cuor loro di averlo atteso e preparato insieme a Dio. […]

Continua a leggere il commento di don Luciano sul sito nondisolopane.it


Articolo precedentedon Andrea – Commento al Vangelo del 12 Novembre 2021
Articolo successivodon Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 12 Novembre 2021