don Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 11 Ottobre 2021

38

“…..Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno…..”

Ai tempi di Gesù una grande folla lo ascoltava ma pochi gli credevano. Molti aspettavano un segno, qualcosa di particolare che colpisse maggiormente la loro sensibilità. Vedere per credere, un po’ come san Tommaso e un po’ come noi oggi che aspettiamo, pretendiamo addirittura miracoli, le apparizioni per credere.

Gesù ripete che ci sarà dato solo il segno di Giona, cioè solo la predicazione della sua Parola. Quanto bisogno c’è del Vangelo nella nostra vita, nelle nostre città? Abbiamo trasformato il nostro essere cristiani, la Parola stessa di Dio quasi in un fatto privato. Ascoltiamo le letture durante le funzioni ma poi le dimentichiamo in chiesa. Molti sono convinti di conoscere la Buona Novella, ma pochi la vivono, la portano nella vita di tutti i giorni. Prendiamoci l’impegno di meditare il Vangelo e soprattutto di viverlo, di seminarlo con l’esempio nelle nostre città. […]

Continua a leggere il commento di don Luciano sul sito nondisolopane.it


Articolo precedenteCommento al Vangelo del 11 Ottobre 2021 – Don Francesco Cristofaro
Articolo successivoGiovani di Parola – Commento al Vangelo del 11 Ottobre 2021