don Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 1 Novembre 2021

90

Contrariamente a tutte le apparenze esiste una verità che attraversa la storia percorrendola nelle sue profondità ben oltre la logica umana o le evidenze che la sostengono.

Così, se in ogni tempo e in ogni luogo sembrano imporsi le beatitudini del regno dell’uomo, che fanno ritenere beati i ricchi di se stessi, gli spensierati che non hanno preoccupazioni, i violenti che impongono ciò che vogliono, i sazi di tutto che non si curano della giustizia, i duri che sanno imporsi, i furbi che se la cavano sempre, i fomentatori di conflitti, i persecutori, i denigratori e i maldicenti; è molto più vero che tutto ciò pone in luce le reali beatitudini di quanti, soffrendo tutto ciò, affidano la loro causa a quel Signore, che, per primo ha portato il peso del male del mondo.
I santi sono tutti coloro che umanamente sconfitti, accolgono e vivono la novità del vangelo pagando il prezzo della fedeltà e della coerenza. […]

Continua a leggere il commento di don Luciano sul sito nondisolopane.it


Articolo precedenteSuor Maria Rosa Venturelli – Commento al Vangelo del 1 Novembre 2021
Articolo successivoPablo M. Edo – Commento al Vangelo del 1 Novembre 2021