don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 8 Maggio 2021

49

«Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me».

Non possiamo portare l’annuncio rivoluzionario del Vangelo restando attaccati agli stili di vita mondani o restando comodamente seduti sui banchi delle chiese. Il nostro compito è mostrare al mondo la Via, la Verità e la Vita, testimoniare l’Amore di Dio per l’umanità attraverso quello che concretamente facciamo ogni giorno nei luoghi in cui svolgiamo le nostre attività.

Il cristiano è uno che ci mette la faccia, anche se si tratta di prendere schiaffi dal mondo, è uno che si sporca le mani perché è capace di toccare quelle vite che gli altri considerano spazzatura e farle ritornare belle e splendenti. Diceva don Milani che possiamo avere anche le mani pulite ma a che servono se poi le teniamo in tasca? Non abbiate paura di quello che la gente dirà di voi. Preoccupatevi piuttosto di quello che Dio ci chiederà un giorno.

Buon cammino, insieme al Risorto!


Fonte: don Ivan Licinio oppure il canale Telegram

Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 8 Maggio 2021
Articolo successivodon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 8 Maggio 2021