don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 7 Settembre 2021

56

«Da lui usciva una forza che guariva tutti».

È sempre bello quando si incontrano persone con la gioia di vivere, capaci di cambiarti la giornata anche solo incrociandole per strada. Sono persone che, in modo o in un altro, ci guariscono.

Ci guariscono dalla tristezza, dalla depressione, dall’insoddisfazione, dalla solitudine o, più semplicemente, dal cattivo umore che ci fa vedere tutto nero intorno a noi. Tutti cercano di toccare Gesù perché da lui esce una forza capace di guarire; anche noi abbiamo la possibilità di entrare in contatto con Lui attraverso uomini e donne che hanno trovato la loro forza nella fede. Ed è singolare che questo episodio venga riportato dopo il racconto della scelta dei dodici apostoli: quasi ad indicare qual è il primo compito di ogni discepolo.

Ognuno di noi può essere la guarigione dell’altro, anche senza saperlo. La scelta così eterogenea dei discepoli ci dice che non c’è bisogno di doti particolari per essere portatori di salvezza, credo che basti essere se stessi, con Dio e con gli altri.

Buon cammino, insieme.


Fonte: il sito di don Ivan Licinio oppure la sua pagina Facebook oppure il canale Telegram

Articolo precedentedon Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 7 Settembre 2021
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 7 Settembre 2021