don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 5 Giugno 2021

55

«Questa vedova, così povera, ha gettato più di tutti».

Mettere mano al portafoglio è un’operazione semplice per chi non ha nulla da perdere. Mettere mano al cuore per donare parte di sé è molto più difficile. Il problema è proprio questo: nel donare non sempre ci mettiamo il cuore. La vedova del Vangelo, pur trovandosi in una condizione di indigenza, ha un pensiero anche per gli altri.

Le sue due monetine fanno molto più rumore dei denari gettati dai ricchi nel tesoro del Tempio. Nel suo gesto di donare tutto quello che ha si intravede il modello di una fede totale in Dio e nella sua Provvidenza. Questa donna, prima delle due monetine, ha donato a Dio innanzitutto il suo cuore e per questo è capace di gesti che, agli occhi degli altri, possono sembrare una follia, la stessa che provoca l’amore vero.

Buon cammino, insieme.


Fonte: don Ivan Licinio oppure il canale Telegram

Articolo precedentedon Umberto Guerriero – Commento al Vangelo del 5 Giugno 2021
Articolo successivoPablo Erdozáin – Commento al Vangelo del 5 Giugno 2021