don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 4 Dicembre 2020

108

«Figlio di Davide, abbi pietà di noi!».

I due ciechi seguono Gesù mentre si allontana e il loro grande desiderio di ricevere un di più di amore li porta a non perdere la speranza. Gesù si allontana e allora gridano come per accorciare con il cuore la distanza fatta di passi. Tutti i miracoli, tutte le bellezze della vita avvengono quando riscopriamo il coraggio degli avvicinamenti.

Dopo il grido, occorre avere il coraggio di avvicinarsi e non di allontanarsi, perché solo così possiamo guarire e solo così possiamo riprendere a vedere di nuovo la nostra vita, le nostre strade, gli orizzonti che per qualche tempo avevamo smarrito.

Spesso, però, per noi avviene il contrario: dopo le grida, ci allontaniamo e invece di accorciare le distanze le moltiplichiamo e scegliamo di stare da soli invece di entrare “in casa”. Ci guarisce, sempre, la vicinanza e l’amore. Potrebbero essere questi, per tutti noi, i passi di avvicinamento al Natale.

Buon cammino d’Avvento, insieme.


Fonte: don Ivan Licinio sul Facebook