don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 27 Settembre 2021

93

«Chiunque si farà piccolo come questo bambino, costui è il più grande nel regno dei cieli».

Come al solito Gesù mette tutto sottosopra! In una società dove tutti vogliono essere grandi a modo loro, Gesù mette al centro chi si fa piccolo. Quanto è vero che i pensieri di Dio non sono i nostri pensieri, né le sue vie le nostre vie. I nostri pensieri vengono dall’orgoglio, quelli di Dio dall’umiltà; le nostre vie sono tutte uno sforzo per essere grandi, quelle di Dio si percorrono solo diventando piccoli.

Così ci accorgiamo che mentre noi innalziamo muri per stare alla larga da quelli che vengono da lontano, Gesù si mette alla ricerca di chi si è smarrito, spingendosi nelle periferie del nostro umano vivere.

Lo ritroviamo in quegli inferi nei quali troppe volte cadiamo come conseguenza delle nostre scelte presuntuose e capiamo che farsi umili e piccoli, amarlo con la semplicità, la fiducia e l’abbandono di un bimbo verso il padre è l’unico modo per salvarsi davvero. Gesù sceglie di venirci a cercare, pur se questo significa caricarsi sulle spalle ogni nostro dolore, sconfitta o paura. Nessuno ci ha mai amato come ci ama Gesù e solo chi nella vita si fa piccolo può comprenderlo davvero.

Buon cammino, insieme.


Fonte: il sito di don Ivan Licinio oppure la sua pagina Facebook oppure il canale Telegram

Articolo precedenteRodolfo Valdés – Commento al Vangelo del 27 Settembre 2021
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 27 Settembre 2021