don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 26 Agosto 2020

232

«All’esterno appaiono belli, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni marciume».

Se c’è una cosa che il Signore non sopporta quella è l’ipocrisia. C’è chi ha fatto della propria vita una maschera, una continua preoccupazione ad apparire migliori di quello che in realtà si è. Ci sono anche tanti cristiani che indossano maschere devote che li rendono belli davanti agli altri ma dentro sono pieni di «ogni marciume».

Tutti noi siamo fragili e abbiamo commesso tanti errori, ma l’ipocrita è quello che crede di essere migliore degli altri. Impegnato a coltivare l’Io reputa di non aver bisogno di Dio. Così facendo si priva della sua stessa umanità. L’amore di Dio per l’uomo parte dal limite, ma se pensiamo di essere perfetti non potremo mai farne esperienza. Non perché il Signore non voglia, ma perché noi stessi abbiamo preferito essere un sepolcro pieno del nostro Io e non uno spazio aperto a Dio. E poi Gesù, si sa, i sepolcri proprio non li sopporta!

Buon cammino, insieme.


Fonte: don Ivan Licinio su Facebook