don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 25 Marzo 2022

128

- Pubblicità -

ANNUNCIAZIONE DEL SIGNORE

«Come avverrà questo, poiché non conosco uomo?».

Maria non si comporta come un eroe del cinema. La sua prima reazione è la più umana possibile: un dubbio. In quel «Come è possibile?» c’è tutta la logica umana perché il dubbio fa parte della nostra esperienza di vita e di fede. Ci facciamo spesso proprio questa domanda: «Come è possibile?». A volte la rivolgiamo anche a Dio stesso: «Come è possibile credere in Te?».

Per Dio, il nostro dubbio non è un problema. Con pazienza, come fa l’angelo con Maria, ci spiega il Suo amore nelle piccole annunciazioni di ogni giorno, nei piccoli gesti che rendono presente Gesù nella nostra vita. È annunciazione la Parola quotidiana ma è annunciazione anche lo sguardo di una persona cara, il gesto di un amico, una parola detta al momento giusto, un’opera di solidarietà.

È annunciazione l’atto di consacrazione che vivremo oggi per dire, attraverso l’esperienza di Maria, che l’umanità è capace di dire sì all’amore e questo non dovrebbe mai dimenticarlo.

Buon cammino quaresimale, insieme.


Fonte: il sito di don Ivan Licinio oppure la sua pagina Facebook oppure il canale Telegram

Articolo precedentePaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 25 Marzo 2022
Articolo successivoSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 25 Marzo 2022