don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 25 Aprile 2021

167

L’immagine del Buon Pastore è cara a tanti di noi. Ci insegna la tenerezza e l’amore di Dio per ogni uomo. Ma, allo stesso tempo, ci consegna un invito chiaro: uscire. Il Pastore è quello che spinge le pecore fuori dal recinto, cioè oltre le sicurezze e le comodità. Il Pastore è quello che non si accontenta del gregge che ha già ma esce a cercare altre pecore, magari quelle che non vuole nessun altro. Il Pastore cammina davanti alle sue pecore che, liberamente, lo seguono perché le chiama per nome, cioè ne conosce il cuore e la vita. Tutto questo avviene fuori dal recinto e Gesù è pronto a dare la sua vita per ognuno di noi. Per questo il Padre lo ama. Allora amare significa andare incontro; amare significa rischiare di perdere; amare significa lasciare andare; ma amare non significherà mai possedere, perché chi ama libera, non trattiene.

Solo i mercenari, quelli che non amano le pecore ma al contrario traggono profitto da loro, hanno interesse a trattenere quanto più possibile l’altro. Sono egoisti perché pensano solo a loro stessi e bloccano tutti quelli che possono utilizzare per raggiungere i loro scopi. Ma poi, all’arrivo del lupo, al sopraggiungere delle difficoltà, scappano lasciando le pecore da sole. Quanti mercenari abbiamo incontrato, e incontreremo ancora, nella nostra vita!

In questo tempo di pandemia abbiamo subito una serie di restrizioni e di chiusure. Siamo stati costretti più volte a restare a casa o a limitare i nostri spostamenti. A queste chiusure esteriori sono corrisposte, in molti casi, anche delle chiusure interiori. Molti si sono arresi alla paura, all’egoismo, alla rabbia e così facendo hanno chiuso il loro cuore e ristretto i loro orizzonti.

Voi, invece, uscite fuori! Non tanto di casa ma soprattutto dai recinti mentali, dai muri alzati dal panico. Uscite fuori dal buio del dubbio, del dolore, dalla tristezza e dalla solitudine. Uscite fuori perché solo così potrete incontrare il Pastore che è venuto a cercarvi per donarvi il suo amore. Lasciatevi trovare da Gesù e accettate la vita nuova che offre; non accontentatevi di esistere soltanto o di vivacchiare ma seguite l’esempio di Gesù: esagerate nell’amore! Così avrete vita, vita vera, vita eterna.


Fonte: don Ivan Licinio oppure il canale Telegram

Articolo precedentedon Dino Romano – Commento al Vangelo di domenica 25 Aprile 2021
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 25 Aprile 2021