don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 18 Settembre 2020

118

«C’erano con lui i Dodici e alcune donne».

Al tempo di Gesù, le donne vivevano in una condizione di servilismo assoluto e di subalternità all’uomo senza vie di scampo. Il Vangelo, invece, ci dice che le donne che seguono Gesù non sono asservite ai discepoli ma sono esse stesse discepole, cioè coinvolte direttamente nell’annuncio della salvezza.

D’altronde non dobbiamo dimenticare che sarà proprio Maria di Magdala la prima testimone della resurrezione. Gesù, pertanto, ha sempre dimostrato di riconoscere il valore delle donne, perché vede il cuore e supera i contesti culturali, anche quelli più radicati nella mentalità delle persone. Gesù ci aiuta ad immaginare un mondo nuovo, dove uomini e donne, nel rispetto della propria splendida peculiarità, si integrano e si compensano per servire il Vangelo attraverso la propria sensibilità.

Buon cammino, insieme.


Fonte: don Ivan Licinio su Facebook