don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 17 Novembre 2020

56

«Zacchèo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua».

Gesù non fa distinzioni, supera ogni pregiudizio pur di incontrarci. Zaccheo come esattore delle tasse, non è ben visto dalla gente, che lo considera un traditore e un ladro, eppure desidera fortemente vedere Gesù.

Forse, il particolare legato alla sua altezza vuole dirci che Zaccheo ha soprattutto una bassa statura morale, eppure Gesù, nonostante la folla, alza lo sguardo e gli chiede di entrare a casa sua, cioè nel suo cuore.

Ma per farlo bisogna che Zaccheo scenda. Se vogliamo davvero incontrare Gesù dobbiamo scendere dal piedistallo delle nostre certezze, dalla nostra presunzione di bastare a noi stessi e di essere migliori degli altri.

Se vogliamo incontrare l’Altissimo dobbiamo diventare bassissimi. Compiendo quotidianamente questo esercizio di umiltà saremo capaci di riconoscere l’azione di Dio nella nostra vita e nulla, davvero nulla, potrà impedire al Signore di fermarsi e dimorare a casa nostra.

Buon cammino, insieme.


Fonte: don Ivan Licinio su FB