don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 14 Aprile 2021

215

«Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito».

Questo è Dio, il Dio che Gesù è venuto a raccontare, il Dio che Giovanni ha sperimentato, il volto di Dio che Gesù è disposto a difendere fino a farsi appendere alla croce. Dio vuole la mia felicità più di quanto non la desideri io stesso. Desidera la mia pienezza e la mia gioia più di ogni altra cosa.

Ma questa felicità è giocata nel mistero della libertà: posso (drammaticamente) rifiutarmi di accogliere la Parola, disinteressarmene, presumere di sapere in cosa consista la mia felicità. E Dio – con profondo dolore – rispetta le mie scelte, spera che l’uomo diventi capace di scoprire il grande mistero della Storia o, purtroppo, lo lascia chiudersi in una visione piccola e asfittica della vita. Lasciamo che la Parola ci scuota, ci converta affinché possiamo credere al vero volto di Dio che Gesù ci svela.

Buon cammino, insieme al Risorto!


Fonte: don Ivan Licinio oppure il canale Telegram

Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 14 Aprile 2021
Articolo successivoMartín Luque – Commento al Vangelo del 14 Aprile 2021