don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 11 Giugno 2021

96

SACRATISSIMO CUORE DI GESU’

«Volgeranno lo sguardo a colui che hanno trafitto».

Non è solo l’immagine di una devozione ottocentesca, ma la festa del Sacro Cuore di Gesù rivela una grande verità: al centro della nostra vita, della fede, del nostro percorso interiore c’è l’amore di Dio. Quello stesso amore che traspare da quel corpo appeso alla croce, ormai senza vita ma simbolo del cuore immenso di Dio.

L’amore è al centro, questo ci dice la festa di oggi. Se crediamo in Dio, se abbiamo visto e creduto nell’amore del Padre, lui solo ci spinge a credere e a lottare affinché questo amore sia al centro della nostra fede e della nostra vita. Si tratta di una continua conversione, una scelta, talvolta dolorosa, come quella di Gesù che mostra la misura del suo bene morendo in croce.

Dal suo fianco squarciato ne uscì sangue e acqua, segni del Battesimo e dell’Eucarestia. Anche attraverso il suo corpo morto, Gesù continua a donarsi a noi e a farsi compagno di viaggio. Attraverso quella…


Fonte: don Ivan Licinio oppure il canale Telegram

Articolo precedentedon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 11 Giugno 2021
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 11 Giugno 2021