don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 11 Dicembre 2021

116

«Elìa è già venuto e non l’hanno riconosciuto».

Il popolo ebraico ancora oggi aspetta Elia, tanto da lasciare un posto vuoto a tavola nella cena di Pesach. Eppure, quando è venuto, dice Gesù, non sono stati in grado di riconoscerlo, facendo riferimento a Giovanni Battista. Sarà stato perché Giovanni non rientrava nelle aspettative dell’epoca.

Se le cose stanno così, chissà quanti profeti abbiamo incontrato nella nostra vita e non li abbiamo riconosciuti! Quante persone con la loro vita, i loro gesti e la loro testimonianza ci hanno rimandato a Dio, provandone l’esistenza ma soprattutto facendoci sperimentare il Suo amore per noi.

Dobbiamo allenare gli occhi del cuore per riconoscere i profeti del nostro tempo. Senza andare a caccia del sensazionale o del miracoloso, potremmo accorgerci di avere accanto persone semplici ma che lasciano un segno nella nostra esistenza, soprattutto quando questa si fa difficile.

Buon cammino di Avvento, insieme.


Fonte: il sito di don Ivan Licinio oppure la sua pagina Facebook oppure il canale Telegram

Articolo precedenteSebastián Puyal – Commento al Vangelo del 11 Dicembre 2021
Articolo successivodon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 11 Dicembre 2021