don Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 10 Maggio 2021

83

«Anche voi date testimonianza».

Lo Spirito è inviato per dare testimonianza di Gesù e ogni discepolo, grazie all’azione dello Spirito, può dare a sua volta testimonianza di Gesù. Ma c’è anche un’altra cosa che unisce questi due concetti: la difficoltà. Gesù stesso mette in guardia i suoi dai pericoli connessi all’annuncio del Vangelo e per questo motivo invoca la presenza dello Spirito che non parla ma insegna a parlare, che consola quando il mondo ci condanna e dona forza per continuare il buon combattimento della fede.

Chi si sforza di testimoniare Gesù, senza fanatismi o radicalismi, sa quanto è difficile essere cristiani coerenti ed autentici. Non dimentichiamo mai di invocare lo Spirito Santo nella nostra vita. Senza di Lui niente è vivificato, nulla ha senso. Nella difficoltà della testimonianza quanto nelle difficoltà del nostro personale cammino di fede, chiediamo il suo aiuto e la sua consolazione. È l’amore che Dio ci dona e nessuno può fare a meno.


Fonte: don Ivan Licinio oppure il canale Telegram

Articolo precedenteFratel Claudio – Commento al Vangelo del 10 Maggio 2021
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 10 Maggio 2021