don Gabriele Nanni – Commento al Vangelo del 7 Ottobre 2021

65

Beata Vergine Maria del Rosario

Il Signore è con te!
Maria piena di grazia è colei che sempre e per sempre è accompagnata dal Signore, Il Signore è con lei poiché nulla fa senza che Lei sia presente, ella è Madre di Dio, del Redentore, la chiamata a vincere sulle forze del Maligno, a tenere schiacciata la sua testa, non solo per preservare la propria lontananza dal peccato, ma perché il potere del Maligno non può nulla contro di lei, per decreto divino fin dall’inizio.
Dunque il Signore opera la sua vittoria sulla creatura diventata maligna attraverso la creatura rimasta sempre pura e fedele, attraverso di lei viene generato l’Uomo-Dio, attraverso di lei e con lei il Male è sconfitto.

Ella sta accanto al suo Signo e Figlio e si prende cura degli uomini che il Redentore ha salvato, ma che devono essere condotti, educati, difesi, e trovare in lei quella via per arrivare a Gesù.

Per tutto questo, la Beata Vergine ha aiutato con interventi diretti l’umanità, specie il popolo di credenti, la memoria che celebriamo ha la sua radice nella vittoria di Lepanto, i cui esiti avrebbero segnato il destino del mondo intero riguardo la fede nel Cristo.
Una difesa, un baluardo, là dove le forze umane non potrebbero risolvere situazioni gravissime, è sempre stata per noi la Madre, che volle affidare il legame con lei attraverso la più semplice e la più efficace delle preghiere, quella del Rosario.
Attraverso il Rosario, pregato con fede e semplicità, la nostra vita è affidata a lei, come ella ha assicurato con i fatti e con le parole anche in apparizioni più vicine a noi.

Il Rosario è il mezzo per legarci a Dio attraverso di lei, poiché ella è la capostipite della nuova umanità, in quanto ha generato in modo immacolato il Cristo Gesù.
Se dunque torniamo a lei attraverso la preghiera del Rosario, certamente ella aiuterà i fedeli a uscire fuori dalla stretta che serra il collo dell’umanità. La stretta del peccato, e per causa di quello da tutte le forme di prigionia vecchie e nuove che si stanno profilando minacciose.
Attraverso tale preghiera la nostra mente rimane libera da angosce, fiduciosa nel suo intervento, la fede non viene delusa dalla Beata Vergine, che ci libererà ancora dalle forze distruttrici dell’umanità credente, della libertà dei suoi figli, dalla schiavitù del peccato, diventato dominante, poiché Dio ha rovesciato attraverso di lei i potenti dai loro troni e ha innalzato gli umili.

Ha rimandato i ricchi a mani vuote e ricolmato di beni gli affamati ha soccorso il suo popolo.
In questi tempi di angosce e restrizioni, di mancanza di riferimenti, di tragedie e di tradimenti delle Istituzioni, la Beata Vergine si erge luminosa e con la sua luce ci illumina il cammino verso il suo Figlio.

Il Rosario è stato raccomandato quotidianamente a Fatima, abbiamo visto i miracoli, conosciamo le profezie, sappiamo che tutto dunque è nelle mani di Dio, ma lei ci chiede fiducia e affidamento, penitenza e preghiera, poiché i mali possono essere evitati o limitati se il suo popolo che prega lo fa con fiducia.

Non dobbiamo e non possiamo cadere nella disperazione, poiché questo tempo i dura prova è stato predetto, ma anche la sua fine, il dissolvimento del male. Liberaci dal Male! diciamo nel Padre nostro, e noi possiamo sperare in questo perché Gesù lo ha insegnato e ci ha affidato a sua Madre, che sta sotto la croce e noi con lei e con Gesù. Chi crocifisso nel corpo chi nell’anima siamo uniti, e col il Rosario si rafforza la catena del Bene, poiché ci lega come umanità a Dio.

Dio vi benedica!
Gabriele Nanni

Fonte YOUTUBE | SPREAKER

Articolo precedenteDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 7 Ottobre 2021
Articolo successivodon Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 7 Ottobre 2021