don Gabriele Nanni – Commento al Vangelo del 11 Luglio 2021

52

RICAPITOLARE TUTTE LE COSE IN CRISTO

Gesù dice che non ci chiama servi, ma amici, perché i servi non sanno quello che fa il padrone.
La consapevolezza del mistero di salvezza ordinato dal Padre e affidato al Figlio, viene comunicata anche a noi che siamo così fatti partecipi del mistero della volontà del Padre.

Link al video

Il mistero riguarda il modo con cui Dio Padre ha preordinato per governare le cose del mondo nella pienezza del tempo.
La pienezza del tempo è quello in cui tutte le cose sono ricondotte al suo governo mediante il Figlio.
L’ordine delle cose è quello che fu distrutto dal peccato di Satana con i suoi alleati, un terzo degli angeli che decaddero dalla gloria, e il peccato degli uomini che seguirono il suggerimento di Satana e dei suoi angeli e così causarono la rovina del genere umano e del mondo intero.
Il peccato ha distrutto l’armonia ordinata del cosmo e della terra e deve essere restaurata nuovamente.
Il piano di salvezza dell’umanità perduta e di questo mondo passa attraverso la creazione stessa, ovvero attraverso le creature umane coadiuvate dagli angeli fedeli a Dio.
Dio Padre, dunque, opera attraverso i suoi servi, la loro adesione libera all’obbedienza per ristabilire l’uomo nell’antica grandezza ed elevarlo ad una dignità che non possiamo neanche immaginare qui ora.
Solo le parole di Gesù e i segni di potenza lasciano presagire qualcosa di immensamente grande.
Il perno della restaurazione universale del bene in tutto il creato, il ritorno all’Ordine primigenio è Gesù Cristo. Da umile uomo vincendo il peccato e la morte mediante la sua obbedienza al Padre, viene investito di ogni potere nei cieli, sulla terra e sottoterra: davanti a lui si piega ogni ginocchio.
Ogni uomo che si associa a lui è rinnovato nel suo essere, purificato da ogni influsso di male, fatto amico di Cristo, confidente del suo Mistero, con il dono del suo Spirito, il quale già ora ci dà la caparra dei beni futuri.
L’eredità di Cristo, ci associa a lui nel governo del Regno di Dio, perché se con lui siamo morti al peccato con lui regneremo.
Questo piano misterioso inizia dal momento della caduta degli uomini, con la promessa di una Donna dalla quale sarebbe nata una discendenza capace di schiacciare la testa al serpente antico. Al piano di Dio si contrappone quello di Satana per la distruzione dell’umanità.
L’opera satanica è cresciuta negli ultimi tre secoli egli opera macchinando contro la Chiesa su tutti i fronti, quello esterno e quello interno.
Attraverso uomini a lui fedeli, il demonio ispira di abbattere la Chiesa di Cristo, per rendere l’umanità nuovamente orfana del Padre, mediante il peccato, mediante l’oscuramento spirituale, sarcasticamente chiamato illuminazione, ma in realtà opposto alla luce di Cristo che illumina ogni uomo.
Lo scopo è quello di creare un mondo senza Dio divinizzando un uomo, uno solo al posto di Dio con un suo consiglio che governi il mondo secondo un ordine unico e dittatoriale. Attraverso il controllo di ogni informazione, tale governo mondiale intende sostituire lo Spirito Santo con l’informazione mediatica. Impedendo lo Spirito Santo, con il peccato, di raggiungere la mente e il cuore di ogni uomo, i sacerdoti del culto dell’informazione diventano la guida dell’umanità.
La ricapitolazione di ogni cosa in Cristo invece determina la vittoria di chi ha già vinto: a noi comprendere che il peccato è una guerra già persa, ma ognuno deve decidere il proprio destino per l’eternità.

Dio vi benedica!
Gabriele Nanni

Fonte YOUTUBE | SPREAKER

Articolo precedentePer la Famiglia – Breve commento al Vangelo di oggi, 11 Luglio 2021
Articolo successivodon Enzo Caruso – Commento al Vangelo del 11 Luglio 2021