don Francesco Pedrazzi – Commento al Vangelo del 8 Luglio 2021

30

Il sorriso di Dio

La vita cristiana è rispondere al sorriso di Dio tramite il dono gratuito di noi stessi ai fratelli

Siamo all’epilogo della storia di Giuseppe. Le sue parole, mentre si fa riconoscere dai fratelli, rivelano il piano provvidenziale di Dio: «Io sono Giuseppe, il vostro fratello, quello che voi avete venduto sulla via verso l’Egitto. Ma ora non vi rattristate e non vi crucciate per avermi venduto quaggiù, perché Dio mi ha mandato qui prima di voi per conservarvi in vita».

Nelle figura di Giuseppe intravediamo quella di Cristo. Egli è trafitto per i nostri peccati, ma quello che poteva sembrare un fallimento è divenuta per tutti la via della salvezza.

Come il perdono di Giuseppe commuove i fratelli e cambia il loro cuore, così il perdono gratuito e incondizionato di Cristo ci rende creature nuove, perché spinge anche noi a perdonare chi ci ha ferito.

Come Dio ci ha donato tutto gratuitamente, anche noi desideriamo fare altrettanto. «Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date», dice Gesù ai discepoli nel vangelo di oggi. In cinque parole c’è tutto il Vangelo!

Come un neonato che risponde con un sorriso al sorriso della madre, così la vita cristiana è rispondere al sorriso di Dio tramite il dono gratuito di noi stessi ai fratelli.

Fonte

Articolo precedentedon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 8 Luglio 2021
Articolo successivoGesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 8 Luglio 2021