don Francesco Paglia – Commento al Vangelo del 9 Maggio 2020

172

“Chi crede in me, anche lui compirà le opere che io compio”

C’é un mistero dell’amore trinitario che é piacevolmente sconvolgente, entri in un circolo di amore che é così forte da non essere invidioso! Perché si compiace delle opere che si compiono insieme, Dio gioisce nel compiere prodigi, segni e miracoli attraverso di noi senza pensare di esserne sminuito in grandezza, perché in queste opere tutta la trinità viene glorificato…

E allora a noi non resta che credere, non ci viene chiesto l’assurdo, basta crederci e chiedere nel suo nome, ossia entrare anche noi un quel nome, entrare nel suo cuore, nei suoi sentimenti, in quelli di Dio, entrare in comunione con la Trinità e Dio farà cose enormi, grandiose…

Perché attraverso l’umiltà lui si fa grande! Ricordo Padre Pio, e altri grandi santi, non si cantavano mai dei miracoli che compivano, perché avevano questa grande coscienza, era Dio a compierli, loro avevano capito il segreto! Credere che a Dio tutto é possibile!!!



A cura di don Francesco Paglia

Coordinatore del Centro diocesano vocazioni della Diocesi di Frosinone