don Francesco Paglia – Commento al Vangelo del 8 Agosto 2020

141

“L’ho già portato dai tuoi discepoli, ma non sono riusciti a guarirlo”.

Due cose mi colpiscono nell’affermazione di questo papà, la prima che i discepoli non sempre riescono a compiere miracoli per la loro poca fede… Anche loro stanno crescendo nella fede, stanno seguendo passo passo Gesù, e la loro fede dovrà ancora passare per la caduta più grande del rinnegamento, dell’abbandono da parte loro del maestro, dello sconcerto della croce e dell’incontro con Gesù risorto, del dono dello spirito…

Fa riflettere tanto sul nostro modo di sentirci sempre già troppo arrivati nel nostro cammino di fede…
La seconda cosa che mi colpisce é la fede invece forte di quest’uomo anonimo, che non si ferma davanti a niente… Ha un figlio malato, deve riuscire a trovare il modo per guarirlo, i discepoli non riescono a far nulla, va diretto da Gesù.

Ecco il centro di tutto! Una fede che non si ferma alle persone, che non si arresta alle delusioni, che ha bisogno, che prega, che supplica, che va verso il vero centro di tutto:Gesù! Quanto spesso invece ci si ferma alle persone, a quel prete, quel vescovo, quel carismatico, che poi appena si allontana o cambia comunità non vado più nemmeno a messa… Questo vangelo di oggi ci riporta al centro di tutto: il rapporto intimo e vero con Gesù!


A cura di don Francesco Paglia

Coordinatore del Centro diocesano vocazioni della Diocesi di Frosinone