don Francesco Paglia – Commento al Vangelo del 30 Gennaio 2020

307

“lampada…. Sul lucerniere”

Cristiano da lampada sul lucerniere o cristiano da lampada sotto il moggio?
Davanti alla parola di oggi dobbiamo porci questa domanda….

Se la lampada é Cristo, questa é chiamata a risplendere per natura, la lampada non può che risplendere e portare luce in casa… E la luce si diffonde per natura sua non ha bisogno di sforzi particolari… Siamo chiamati solo a non nasconderla, a non aver paura di mostrarla, ad essere evangelizzatori coraggiosi!

Ma é anche possibile che il coraggio ci sia, ma che la luce che noi vogliamo proporre non Splenda come dovuto… Come mai? Siamo di quelli che ci tengono, che ci credono, ma non riusciamo a far risplendere questa luce…

Che succede? E lì iniziano la serie di giustificazioni assurde… Colpa di… Tutto il mondo che non ci tiene più, non ascolta, colpa della società ecc… Ma oggi davanti a questa parola c’è invece da chiederci: ma io questa luce l’ho incontrata? La vivo giorno per giorno? Illumina davvero la mia vita? O l’ho ridotta a tante belle nozioni, tante belle immagini, tante belle parole, tante belle esperienze… Che non illuminano in realtà né me, né gli altri?

Senza la gioia che viene da Lui non trasmetterò nessuna altra luce, se non il mio nervosismo, isterismo, saccentismo, ecc… Ma non la sua luce!

Il primo passo sta nel metterci in dialogo con Lui, riscoprire la luce di Dio, che forse abbiamo offuscato nella nostra vita!


A cura di don Francesco Paglia

Coordinatore del Centro diocesano vocazioni della Diocesi di Frosinone


La lampada viene per essere messa sul candelabro. Con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 4, 21-25 In quel tempo, Gesù diceva [alla folla]: “Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio o sotto il letto? O non invece per essere messa sul candelabro? Non vi è infatti nulla di segreto che non debba essere manifestato e nulla di nascosto che non debba essere messo in luce. Se uno ha orecchi per ascoltare, ascolti!”. Diceva loro: “Fate attenzione a quello che ascoltate. Con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi; anzi, vi sarà dato di più. Perchè a chi ha, sarà dato; ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha”. Parola del Signore.