don Francesco Paglia – Commento al Vangelo del 27 Gennaio 2020

278

“nessuno può entrare in casa di un uomo forte.. Se prima non avrà legato l’uomo forte”

Oggi Gesù vuole mettere in chiaro una cosa.. Il male é del maligno, il bene é di Dio! Le due cose non possono essere confuse! Le accuse che gli muovevano di scacciare il demonio in nome del diavolo non possono reggere..-

E qui in questo passo ci vedo il succo della sua opera! Senza leggere cose moralistiche dietro lui é l’uomo più forte! Che lega il maligno, l’uomo forte, lo mette a tacere, perché non può e non deve vincere nella nostra vita e nella nostra casa…

Usa l’immagine del saccheggio perché sia forte e possa essere di impatto per tutti, perché in realtà la nostra casa presa dall’uomo forte, il maligno, era già stata saccheggiata, solo che non ce ne eravamo accorti! Il diavolo é furbo, non vuole farsi accorgere che quello che fa é male, si maschera di bene, ma già sta banchettando in casa nostra…

Ecco perché la domanda: quanto mi avvicinò a Dio? Quanto anche tutto quello che vivo mi ci avvicina? Quanto sta al primo posto?

Ma non dobbiamo aver paura.. Lui, Gesù, é sempre l’uomo più forte!


A cura di don Francesco Paglia

Coordinatore del Centro diocesano vocazioni della Diocesi di Frosinone


Satana è finito.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 3, 22-30 In quel tempo, gli scribi, che erano scesi da Gerusalemme, dicevano: «Costui è posseduto da Beelzebùl e scaccia i demòni per mezzo del capo dei demòni». Ma egli li chiamò e con parabole diceva loro: «Come può Satana scacciare Satana? Se un regno è diviso in se stesso, quel regno non potrà restare in piedi; se una casa è divisa in se stessa, quella casa non potrà restare in piedi. Anche Satana, se si ribella contro se stesso ed è diviso, non può restare in piedi, ma è finito. Nessuno può entrare nella casa di un uomo forte e rapire i suoi beni, se prima non lo lega. Soltanto allora potrà saccheggiargli la casa. In verità io vi dico: tutto sarà perdonato ai figli degli uomini, i peccati e anche tutte le bestemmie che diranno; ma chi avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo non sarà perdonato in eterno: è reo di colpa eterna». Poiché dicevano: «È posseduto da uno spirito impuro». Parola del Signore