don Francesco Paglia – Commento al Vangelo del 22 Febbraio 2020

127

“Tu sei Pietro, e su questa pietra edificheró la mia chiesa”

Il giorno della festa della cattedra di Pietro é un giorno davvero forte per noi cristiani!
È il giorno in cui ringraziamo davvero il Signore perche nella sua grande bontà e amore verso ogni uomo si é compiaciuto e si compiace di mettersi nelle mani di uomini, e di mettere nelle mani di un uomo la guida e la custodia di tutta la sua Chiesa!

E allora vogliamo oggi ringraziare Dio per il dono di Papa Francesco, un uomo di Dio e scelto da Dio per avere le chiavi del regno!

Diciamo che a volte mi avvilisco a sentire tutto quello che senza nessuno scrupolo tanti hanno detto e dicono contro il Papa, ma ci rendiamo conto di chi é il Papa? E di chi é questo Papa? Colui che Dio ha scelto per essere il nostro pastore! Un uomo di Dio che si nutre della sua presenza, della preghiera, della vicinanza con Dio e con gli uomini.. Un uomo totalmente uomo, con i suoi difetti e limiti, ma scelto.. Come Pietro, non per i suoi meriti ma per l’immenso amore con cui Dio ama e guarda ognuno dei suoi figli!

Allora preghiamo oggi in modo del tutto speciale per il nostro Papa.. E ringraziamo Dio che continua a guidare le nostre anime tramite pastori che Lui sceglie per noi, guida per noi, prega per noi!


A cura di don Francesco Paglia

Coordinatore del Centro diocesano vocazioni della Diocesi di Frosinone


Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Tu sei Pietro, a te darò le chiavi del regno dei cieli.

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 16, 13-19

In quel tempo, Gesù, giunto nella regione di Cesarèa di Filippo, domandò ai suoi discepoli: «La gente, chi dice che sia il Figlio dell’uomo?». Risposero: «Alcuni dicono Giovanni il Battista, altri Elìa, altri Geremìa o qualcuno dei profeti».

Disse loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente».

E Gesù gli disse: «Beato sei tu, Simone, figlio di Giona, perché né carne né sangue te lo hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli. E io a te dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli: tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».

Parola del Signore.