don Francesco Paglia – Commento al Vangelo del 22 Aprile 2020

174

“chiunque infatti fa il male odia la luce e non viene alla luce”

Come si può mai vivere senza la luce? Eppure é così, il maligno ti costringe a rimanere nelle tenebre, perché sono il suo regno, li il male non si riconosce, li puoi perderti perché non hai più modo di orizzontarti…

Ma ci fai l’abitudine, ti sembra tutto così normale… Perché almeno nessuno ti rimprovera, nessuno ti condanna, e tu continui a vivere una non vita, non puoi venire alla luce, ti giustifichi che così stai vivendo benissimo, che nessuno ti deve giudicare, ma continui a vivere nascosto, perché ormai la luce ti abbaglia, odi la luce… E odiando la luce odi Cristo perché é il Signore della luce! Che inganno demoniaco…

Odiare la luce… Pur di non guardare negli occhi le nostre tenebre per farle illuminare da Cristo ce le fa amare e ci fa convivere con esse… Ma chi conviverebbe a vita con il virus? Chi vivrebbe tutta la vita con il desiderio di uccidere? Eppure perché continui a voler vivere nelle tenebre? Madre Teresa ci ricordava: il male é male perché fa male!

Non possiamo imbellettarlo! Vieni alla luce, Dio ha tanto amato me da darmi suo figlio! Riscopri chi é Cristo, guardalo sulla croce per te!


A cura di don Francesco Paglia

Coordinatore del Centro diocesano vocazioni della Diocesi di Frosinone