don Francesco Paglia – Commento al Vangelo del 20 Marzo 2020 – Mc 12, 28-34

2

“Amerai il Signore Dio tuo… Amerai il prossimo tuo”

Il primo, il più grande dei comandamenti ci porta due possessivi proprio strani ma importantissimi, se vuoi amare Dio, se vuoi amare veramente la vita, se vuoi amare chi hai intorno a te, devi ricordarti che tutto questo é tuo!!! Hai un Dio che é tuo! E quindi amarlo é entrare in rapporto con Lui, pregarlo é vivere di questa relazione fondamentale che diventa l’ossigeno della vita!

Come puoi vivere senza pensare per un istante alla persona che ami? Ma forse non lo stai amando… Perché non capisci che lui é tutto tuo! E nonostante questo lui continua e continuerà per sempre ad essere tuo… Finché non busserai al suo cuore!

Ma questo non basta… Se é vero che é importantissimo ricordarsi che Dio é il tuo Dio, anche il prossimo é il tuo prossimo! E non esiste un amore per Dio che sia vero se non si rispecchia nell’amore del prossimo, perché anche questo ti chiama, ti chiama perché ha bisogno, ti chiama perché cerca te!!! Quante opere di carità fatte senza guardare negli occhi la persona che aiuti, senza entrarci in relazione… Ma quale tuo prossimo stai amando?

Ricorda San Paolo che “tutto é vostro e voi siete di Dio”… Perché é il tuo Dio per te come per la persona che disprezzi, a cui parli male, che giudichi… Ma chi sei per farlo? È il tuo prossimo, é il tuo Dio!


A cura di don Francesco Paglia

Coordinatore del Centro diocesano vocazioni della Diocesi di Frosinone