don Francesco Paglia – Commento al Vangelo del 19 Febbraio 2020

186

“vedi qualcosa?”

La guarigione del cieco che preghiamo oggi ha una particolarità: avviene gradualmente!
Gesù impone le mani, con la saliva, sugli occhi di quest’uomo che non sono in grado di vedere… I discepoli glielo portano perché sanno che ne ha bisogno, perché un cieco da solo non poteva andare da Gesù, non lo conosce, né può aver sentito parlare, ma non lo vede… Non vede nulla accanto a sé, si fida di chi gli sta vicino… Cosa gli può succedere? Beh, già cammina nel buio, peggio sicuramente non gli può andare…

Poi questa guarigione… Inizia a vedere qualcosa, gli sembra di scorgere qualcuno… Ma no, non va bene, devi vederci bene, e Gesù riprende, sugli occhi, vuole che ci veda, vuole che quest’uomo possa vedere Gesù!

E se quel cieco fossi io? Io che non ho visto Gesù, io che ne sento parlare, io che brancolo nel buio, che cerco una luce, che cerco una forza per poter stare sicuro, io che non riesco a vederci chiaro… Io che cerco il Signore ma che non lo trovo… E allora ho bisogno che altri mi portino da Lui! Un’esperienza di fede che può fare da specchio a tanti! E forse già é anche in atto la mia guarigione, inizio a vedere qualcosa, mi Sembra di vedere una luce, mi sembra di vedere delle persone… Ma non basta…

Devo farmi conintuare a toccare da Dio, Gesù deve ancora pregare su di me… Perché io guarisca, perché io lo veda! Cosa vedi? Vedi il Signore accanto a te? Lo vedi mentre ti é vicino, ti risana, ti guarda? Continua a stargli vicino, non hai bisogno di una fede per sentito dire, hai bisogno di Lui!


A cura di don Francesco Paglia

Coordinatore del Centro diocesano vocazioni della Diocesi di Frosinone


l cieco fu guarito e da lontano vedeva distintamente ogni cosa.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 8, 22-26   In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli giunsero a Betsàida, e gli condussero un cieco, pregandolo di toccarlo. Allora prese il cieco per mano, lo condusse fuori dal villaggio e, dopo avergli messo della saliva sugli occhi, gli impose le mani e gli chiese: «Vedi qualcosa?». Quello, alzando gli occhi, diceva: «Vedo la gente, perché vedo come degli alberi che camminano». Allora gli impose di nuovo le mani sugli occhi ed egli ci vide chiaramente, fu guarito e da lontano vedeva distintamente ogni cosa. E lo rimandò a casa sua dicendo: «Non entrare nemmeno nel villaggio».   Parola del Signore