don Francesco Paglia – Commento al Vangelo del 18 Giugno 2020

171

“quando pregate dite: Padre nostro…”

Non c’è bisogno di tante parole… Non abbiamo bisogno di stare lì a spiegare il perché o il come di tante nostre preghiere… A meno che non siamo entrati in questa dimensione, la dimensione dei figli, che si rivolgono a Dio chiamandolo Papà. Qui ti senti figlio, e figlio amato, qui ti senti fratello di una grande famiglia, di tutti coloro che davvero si sentono figli di un unico papà che é Dio!

Non abbiamo bisogno di parole, ma di sguardi confidenti, di braccia allargate per ricevere l’abbraccio di questo papà, di mani vuote per riceve da Lui tutto quello che sarà il meglio per ognuno di noi! Perché é un papà che ci conosce bene, ci ha creati Lui e sa bene cosa ci portiamo nel cuore… Cosa non ci fa dormire… Cosa speriamo per l’avvenire…

Ma vuole da noi che ci riconosciamo figli e fratelli, che sappiamo essere suoi confidenti e cercare di amare con cuore sincero gli altri… Perché é facile amare Dio… Ma amare i fratelli richiede questo sguardo!


A cura di don Francesco Paglia

Coordinatore del Centro diocesano vocazioni della Diocesi di Frosinone