Don Fabrizio Moscato – Commento al Vangelo del 4 Settembre 2020

117

Digiunare quando si è invitati a nozze e lo Sposo è presente…
Cucire una toppa nuova su un vestito vecchio…
Versare vino nuovo in otri vecchi…

Tutti esempi di una radicale incompatibilità tra il mio “vecchiume” e la novità di Dio.

Penso di tenermi argomenti triti e ritriti… Automatismi vecchi ai quali mi sono abituato… Mezzi di sussistenza che mi portano a mangiare a destra e a sinistra senza guardare nemmeno se mi nutro veramente… Sopravvivenza allo stato puro…

E penso di poter ben accoppiare tutto questo (e anche di più) con il Vangelo di Gesù Cristo…

Come fossero soprammobili di stili diversi, accostati nello scaffale della mia vita… Questo e quello…

Ma Gesù sembra domandarmi: Il tuo “vecchiume” ti da tanta falsa sicurezza…?
Tienitelo!

La novità di Dio ti fa paura…?
Rinvia le scelte!

Se continui ad esser convinto che nella tua vita vecchio e nuovo possano stare bene insieme, fai pure ma… il danno sarà assicurato: lo strappo del vestito… la rottura degli otri… la pancia vuota ad un Banchetto magnifico…

Altrimenti… Comincia ad accorgerti dello Sposo presente!

Fonte: Telegram | Pagina Facebook

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno