Don Fabrizio Moscato – Commento al Vangelo del 4 Marzo 2021

12

Quell’uomo ricco è l’ennesimo poveraccio concentrato sulla sua tavola e sui suoi vestiti…
È uno che crede di mangiare, e che, in realtà, è divorato da ciò che possiede…
È un senza-nome perchè la sua identità è prigioniera di ciò che indossa… vestiti o maschere…

Una porta chiusa lo separa da Lazzaro, il cui nome significa “Dio-aiuta”… Assurdo…
Ma quella porta dice la separazione più folle: l’indifferenza…

Vicinissimo è Lazzaro, con i suoi bisogni e le sue richieste fatte a voce alta ed esplicita…
Indifferente è quell’uomo ricco che continua a tenere serrato soprattutto il cuore: niente e nessuno scalfisce la sua routine di godimento e di false sicurezze… catenacci dentro prima che fuori…
Lascia fare ai cani quel che potrebbe fare lui…
Che terribile inferno è già questo!

Questa pagina mi ferisce ancora… Grazie a Dio!
Smaschera la mia autoreferenzialità…
Mi invita ad alzare gli occhi verso una porta ancora chiusa…
E potrebbero essere tante…
Tante porte… Tanti fratelli…
E ogni porta chiusa può diventare distanza eterna…

Chi mi insegnerà ad aprire la porta? Le Scritture! Mi insegneranno ad aprire occhi, orecchie, cuore… Ad aprirmi alle relazioni… Qui ed ora… Nell’oggi difficile che sto vivendo insieme ai tanti Lazzaro…

Nessuna minaccia… Solo un invito da accogliere… E soprattutto la chiave della Parola, incarnata in Gesù Cristo, da utilizzare per aprire…

Bisogna che mi dia da fare per sollevare gli occhi dalla mia tavola…
Bisogna che sperimenti anche io la fame, e la smetta di illudermi di mangiare…
Bisogna che ritrovi la mia identità, il mio nome…
Bisogna che riconosca i tanti Lazzaro, nelle tante occasioni che stanno alla mia porta, senza attendere eventi straordinari o morti che tornano in vita… Tempo di risurrezione del cuore prima che di risurrezione del corpo…

Lazzaro vuol dire “Dio aiuta”.
E ogni Lazzaro, persona o situazione, sta lì per me.
Purchè mi decida ad alzarmi da tavola e ad aprire la porta…

Fonte: Telegram | Pagina Facebook

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno