Don Fabrizio Moscato – Commento al Vangelo del 2 Marzo 2021

80

Quella di oggi sembra una pagina facilmente applicabile a chiunque abbia una responsabilità “religiosa”, preti in primis…
Eppure in questa pagina ci stiamo proprio tutti…

Perchè in tutti è presente la paura della morte agli occhi degli altri… il timore di perdere consenso e popolarità… la preoccupazione di non essere “da meno”… la smania di “non perdere”…

E a tutti sembra che l’antidoto a tutto questo sia il “farci un nome”, assumendo un ruolo, o vivendolo da superiori nei confronti degli altri… Spesso potrebbe capitare di nasconderci dietro le parole “responsabilità”… o addirittura “carisma”… o “missione”…

Ma il desiderio di “farci chiamare” col ruolo… di identificarci con ciò che siamo “più degli altri”… di “distinguerci” per mandato divino… quello rischia di divorare le nostre migliori intenzioni…

Facendoci caricare sugli altri pesi e fardelli che noi, molto responsabili ma poco cirenei, non siamo capaci di portare: la forma e la norma vincono sulla sostanza, le regole e le misure sulla carità, e il peso della vita è spostato sulle spalle degli altri, anche se fosse semplicemente quello di una ritualità esteriore senza un autentico incontro con il Signore…

Sulla cattedra della vita, dice Gesù, ciascuno si siede con la propria storia, e con quello che ha da dare…
…da poveri e non da ricchi…
…da affamati e non da sazi…
…da peccatori e non da giusti…

Ma soprattutto ciascuno si siede non dietro un inespugnabile ruolo, fortezza da difendere a tutti i costi, piuttosto dentro un incessabile servizio…

Non ci si siede imponendo pesi agli altri…
Legiferando sulle spalle dei fratelli…
Ci si può sedere solo se siamo pronti ad alzarci subito per portarli per primi noi quei pesi…
I nostri e quelli di chi ci sta accanto…

Così – solo così – sperimentiamo che siamo tutti fratelli…
Dentro un unico sguardo…Verso un’unica meta…
E in un abbraccio, sotto l’unico peso…
Forse più doloroso e sofferto, ma anche più vero e più bello…

Fonte: Telegram | Pagina Facebook

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno


Articolo precedenteFabrizio Francesco Campus – Commento al Vangelo del giorno – 2 Marzo 2021
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 2 Marzo 2021