Don Fabrizio Moscato – Commento al Vangelo del 17 Settembre 2020

90

Stando dietro al Signore quella “peccatrice pubblica”, che irrompe nella casa di Simone il fariseo, ama nell’unico modo che lei sa…
Sui piedi di Gesù usa bocca, mani, profumo, capelli… Come sempre…

La novità? Quella donna piange.

Maestra dai capelli sciolti, ci insegna tanto con le sue lacrime…
Adesso, solo adesso, ama come mai prima d’ora.

E passa dall’amore venduto all’unico senza alcun prezzo.

E poi conclude i suoi gesti di pentimento ungendo i piedi di Gesù con un unguento che impone il suo profumo, come a sigillare quell’amore nuovo e definitivo.

Solo che, in realtà, è Gesù che le regala il profumo nuovo della Misericordia, della Vita che ricomincia, della bellezza di una dignità ritrovata.

Anche per noi…
Il profumo dell’Amore di Dio copre il tanfo dei nostri peccati non perché fa un’operazione di restyling, ma perché cambia il cuore, e ci rimette in moto, ci riattiva con nuovi pensieri e nuove azioni.

La Misericordia ci rimette di nuovo in cammino.
E si ricomincia.
Sempre.

Fatti perdonare.

Fatti profumare.

Fonte: Telegram | Pagina Facebook

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno