Don Fabrizio Moscato – Commento al Vangelo del 16 Settembre 2020

108

Nessun ballo dietro il suono del flauto…
Nessun pianto dietro il canto di un lamento…
Non reagiscono i compagni di quei bambini seduti in piazza…
Non ascoltano voce che li possa chiamare o richiamare…
Che genere di generazione!
Distratti… Forse superficiali…
Capricciosi… In realtà ben corazzati…

Si difendono sia da Giovanni, sia dal Figlio dell’uomo…
Perchè entrambi li obbligano ad uscire dalla comfort zone…
Ascoltare è sempre scomodo…
Lasciarti mettere in discussione non è una passeggiata…
Prestare ascolto alla voce scomoda e non preventivata che viene a farti contattare ciò che sta nel profondo…
Costa fatica… Sangue di lacrime…
Ma non c’è altra soluzione che forzarti a farlo…
Una buona volta…
E mai una volta per tutte…
Lasciarti scomodare sempre…

E convincerti a deporre la corazza di una inutile illegittima difesa…
L’unico modo per crescere e non rimanere bambino…
Per alzarti dalla piazza che ruota attorno a te…
Per farti amare così come sei…

Fonte: Telegram | Pagina Facebook

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno