Può capitare di essere come quelle città…

Corazìn, Betsaida, Cafarnao… Dio li visita in Gesù Cristo, offre segni concreti, compie tanti prodigi, ma questa possibilità non viene accolta con una vera disponibilità alla conversione…

Città economicamente fiorenti ed aperte, testimoni del dispiegarsi della potenza di Dio ma rigidamente fortificate dentro… Convinte di non aver bisogno di conversione…

Troppo sicure quelle città…

Troppo sicuro io di me stesso, delle mie convinzioni, dei miei stili di vita sbagliati che tendo a a giustificare e mantenere…

Troppo “addetto ai lavori” per accogliere provocazioni, messe in discussione, crisi benedette, lacrime di scelte autentiche e sofferte…

Troppo affezionato ai miei progetti per aprirmi al nuovo, per lasciarmi dire qualcosa di nuovo…

Troppo fortificato, sulla difensiva, impermeabile…
Con un cuore che sembra una vera roccaforte impenetrabile…

Troppo poco disposto ad ammettere la mia vulnerabilità per lasciarmi amare dall’unico che, in nome di questo amore, mi scuote e mi indica il meglio, oltre che il bene.

Può capitare di essere come quelle città…

Fonte: Telegram | Pagina Facebook

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno