Don Fabrizio Moscato – Commento al Vangelo del 1 Settembre 2020

91

Ancora una volta in una sinagoga, a Cafarnao…
Nel luogo dell’ascolto della Parola, grida forte un uomo posseduto da un demonio impuro: “Sei venuto a rovinarci?”

Paradossalmente quel demonio dice la verità… Gesù viene a rovinare i piani del male che soffoca la mia vita… Viene a distruggere le impalcature che apparentemente mi tengono in piedi e che in realtà sono soltanto menzogna e false sicurezze derivanti dall’abitudine ai miei errori…

Magari mi facessi veramente “rovinare” nella parte più malvagia e più malata di me stesso!
Magari mi lasciassi mettere più in discussione!

E come?
Per cominciare, Gesù mi chiede di partire da una parola: “Taci!” Inizia così la liberazione…

Prima ancora di dirmi qualcosa, Gesù vuole zittire la “voce del male” e le controparole che mi muovono guerra da dentro e che mi legano alla vita vecchia, mi scoraggiano, mi possiedono influenzando le mie scelte.

L’ascolto di Gesù e della sua Parola farà sempre a pugni con queste voci!

Voglio lasciarmi “rovinare”…
Voglio fidarmi dell’unica voce che, rovinando, salva.

Fonte: Telegram | Pagina Facebook

Leggi altri commenti al Vangelo del giorno