don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 9 Aprile 2022

63

- Pubblicità -

Commento al Vangelo di Sabato 9 Aprile 2022 – V settimana di Quaresima

Caifa fa una profezia: Gesù deve morire per tutti. È curioso come nella sua crudeltà il messaggio del sommo sacerdote sia funzionale al progetto che Dio aveva già in mente. Caifa, senza saperlo sta collaborando all’opera di Dio, anche se nella sua intenzione vuole liberarsi di Gesù.

Se tutti ci lasciassimo ispirare da Dio collaboreremmo più consapevolmente al suo progetto di salvezza. Spesso abbiamo la presunzione di voler fare da soli e ci troviamo peggio di come ci saremmo ritrovati se avessimo lasciato lavorare il Signore.

Dio non vuole la crudeltà, ma la fedeltà. Questa trova la sua traduzione non solo nelle parole, ma anche nelle scelte che facciamo e nelle intenzioni con cui le facciamo. Quante volte di fronte a una sofferenza fuggiamo, e magari accogliendo in modo cristiano quella esperienza scopriremmo che Dio sta realizzando qualcosa attraverso quel dolore. Non fosse altro che stiamo partecipando al suo dolore portando la croce con Lui…

  • e tu come ti poni di fronte al dolore?

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 9 Aprile 2022
Articolo successivodon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 9 Aprile 2022