don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 7 Maggio 2022

44

- Pubblicità -

Commento al Vangelo di Sabato 7 Maggio 2022 – III Settimana di Pasqua

Lo scandalo è l’atteggiamento che ci allontana dalla nostra stabilità, dalle nostre certezze.

A volte ci creiamo un Dio su misura per noi, interpretiamo quello che Dio dice per assecondare i nostri bisogni, i nostri peccati e sentirci più tranquilli e giustificati.

La Parola di Dio, al contrario, ci vuole scomodare per farci vivere in un modo nuovo, differente, vero, pieno! Ecco perché non tutti vogliono restare nella Chiesa e nell’insegnamento del Signore. Ecco perché Gesù dice a Pietro: volete andarvene anche voi adesso che conoscete davvero come la pensa Dio?

Pietro ha capito che senza il suo Maestro lui non può nulla. Sa che Cristo ha parole di vita eterna perché lui è la vita eterna. 

Dopo tutti questi anni nei quali ha conosciuto Gesù, Pietro afferma che ha conosciuto e creduto che Lui è il santo di Dio e quindi si sente traboccante d’amore perché ha trovato la sua pienezza in Cristo.

  • E tu vuoi rimanere con lui o andartene?

A cura di Tommaso Fucci.

- Pubblicità -

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedentedon Saverio – Commento al Vangelo del 7 Maggio 2022
Articolo successivop. Giovanni Nicoli – Commento al Vangelo del 7 Maggio 2022