don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 5 Marzo 2022

87

- Pubblicità -

Seguimi. Se oggi Gesù chiedesse a un giovane di seguirlo probabilmente riceverebbe una richiesta del tipo: su quali social network sei presente? Ma se ti seguo ricambi?

Può far sorridere, ma pensiamo a quanto il Signore ci spinge a fare cose alte e invece noi ci accontentiamo delle cose superficiali, quelle sensoriali, fatte con la pancia e non con il cuore.

Seguire Gesù col cuore significa fare come Levi, cioè Matteo, il grande peccatore che estorceva le tasse in modo spietato e irrispettoso. Levi segue Gesù non pensando a sé, ai suoi beni, alla materia, ma lascia tutto perché rapito da quella proposta. Forse la sua vita non gli bastava più, non lo soddisfaceva più. 

È bello il gesto che Matteo fa quando decide di seguire Gesù: lo porta a casa sua e gli prepara un banchetto, non curante che ci fossero i suoi simili pronti a giudicare lui e il suo nuovo amico.

Quando decidiamo di seguire il Signore lo dobbiamo fare fino in fondo, come Lui ha deciso di amarci fino alla fine.

  • cosa ti trattiene dal seguire il Signore in modo totalmente libero?

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE

- Pubblicità -


Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 5 Marzo 2022
Articolo successivoPaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 5 Marzo 2022