don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 29 Gennaio 2022

141

- Pubblicità -

Commento al Vangelo di Sabato 29 Gennaio 2022 – III settimana tempo ordinario

Gesù passa all’altra riva. Cosa significa per noi questo? Convertirci, invertire il senso di marcia, andare oltre. E ogni qualvolta scegliamo nella nostra vita di cambiare rotta è inevitabile che si affacci la tempesta e il disordine dentro di noi.

Quando ci decidiamo finalmente a vivere il Vangelo sentiamo come la barca della nostra vita si riempia di acqua da ogni lato, sembra che siamo sul punto di venir meno e la nostra meta appare sempre più lontana.

È curioso, e incomprensibile però, come Gesù si senta a suo agio in questa tempesta; non solo: ma dorme quasi cullato da quelle onde.

Lui che sa comandare ai venti è re anche sulle nostre tempeste, non si lascia spaventare dai rumori esterni alla barca, ma dall’interno è lui a donare la pace ai discepoli che stanno facendo con lui questa tratta.

Gesù ci insegna un segreto: se la paura è indice di mancanza di fede, così per stare come lui sicuri nella barca abbiamo bisogno di credere che i rumori che si scatenano contro di noi e contro la nostra fede non ci possono vincere se sulla nostra barca abbiamo Gesù che è il principio della pace.

È la fede che ci fa uomini e donne sereni, anche quando il mare è in tumulto e i venti ci disorientano.

- Pubblicità -

  • E tu? Come vivi le tue burrasche? Ti lasci trascinare dall’ansia delle onde o provi a riposare con Gesù che è già nella tua tempesta?

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 29 Gennaio 2022
Articolo successivodon Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 29 Gennaio 2022