don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 29 Aprile 2022

71

- Pubblicità -

Commento al Vangelo di Venerdì 29 Aprile 2022 – s. Caretina da Siena – II settimana di Pasqua

Oggi la Chiesa celebra la festa di Santa Caterina da Siena, patrona d’Italia. Questa giovane donna, pur non essendo dotta nelle scienze teologiche, è stata dichiarata dottore della Chiesa! Infatti Caterina ha maturato una profonda conoscenza di Dio, coltivando con Lui un’intima relazione di amicizia.

Allora la festa di quest’oggi ci aiuta a comprendere che non è poi necessario conoscere a menadito la teologia per essere amici di Dio! Anzi, possiamo dire che quanto più siamo “piccoli”, tanto più siamo capaci di entrare in relazione con Lui.

Pensiamo, ad esempio, al Natale: l’Altissimo si fa piccolo, l’Onnipotente si fa bambino. Pensiamo alla Pasqua: il Re si lascia inchiodare alla croce prima di risorgere dai morti! Il Signore è davvero umile… ma non tutti sono pronti ad accogliere un Dio così! Per accogliere l’umiltà di Dio è necessario essere a propria volta umili, piccoli, proprio come Caterina!

Allora non vergogniamoci di presentarci al Signore così come siamo: piccoli, stanchi, oppressi. Lasciamoci ristorare dal suo Amore, dal semplice stare con Lui, come tra amici!

  • E tu, sei capace di farti piccolo per entrare in relazione con Dio?

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 29 Aprile 2022
Articolo successivop. Giovanni Nicoli – Commento al Vangelo del 29 Aprile 2022