don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 29 Agosto 2021

109

Lascia che sia il Signore a scalfire il tuo cuore.

Parlare di Dio non significa parlare dell’istituzione Chiesa, dei sacerdoti o di gerarchia in generale. Un cristiano che sceglie di credere in Dio sta aderendo a Cristo e al suo insegnamento.

C’è un problema però: non tutti i cristiani sanno cosa insegna davvero Cristo, quindi la Chiesa e i sacerdoti ce lo insegnano.

Può capitare, infatti, che ognuno si crei un’idea di Dio a proprio piacimento e come più gli conviene per giustificare le cose che preferisce rispetto a quelle più scomode.

Dio ci parla con la Scrittura, ma non tutti la interpretano nel modo corretto e al passo coi tempi. La Chiesa che spesso viene etichettata come medievale, si trova invece ad ascoltare il mondo ed evitare che la Scrittura resti bloccata in un passato che non ha più nulla da dire a noi oggi.

Allora dobbiamo chiederci:

  • La mia fede come si concretizza?
  • Sono fermo nelle tradizioni o cerco il modo concreto di vivere la fede?
  • I sacramenti sono per me una semplice usanza o sono il modo per incontrare Dio?

Solo lasciandoti scalfire il cuore dalla Parola di Dio ne potrai cogliere l’essenza e la sua concretezza.

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedentedon Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 29 Agosto 2021 – Mc 7,1-8.14-15.21-23
Articolo successivodon Nicola Salsa – Commento al Vangelo del 29 Agosto 2021