don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 27 Gennaio 2022

140

- Pubblicità -

Commento al Vangelo di Giovedì 27 Gennaio 2022 – III settimana tempo ordinario

C’è un’immagine che Gesù usa nel vangelo, che è quella della lampada… una lampada per vivere pienamente la sua funzione deve essere messa su un candelabro altrimenti a cosa può servire? A nulla!

A noi che abbiamo ricevuto la luce della fede in Cristo Gesù è data anche questa vocazione: di tenere alta questa lampada per illuminare le persone e le situazioni che ci stanno intorno; è quel dono dello Spirito che si chiama sapienza: vedere le cose con la stessa luce dello sguardo di Dio.

Infatti se quella lampada la mettessimo sotto il letto non ci sarebbe luce per vedere bene, forse i nostri occhi familiarizzeranno col buio e si abitueranno a vedere solo la parte oscura della realtà. 

Non possiamo vivere come se il Signore non ci avesse dato la grazia della fede, non possiamo far finta di nulla cercando di nascondere questo tesoro secondo i nostri piani. Quante volte potevamo essere luminosi e abbiamo agito da figli del buio…

  • E tu credi che sia più bello familiarizzare con la luce di Dio o ancora ci sono alcuni ambiti di te che faticano ad essere visitati da essa? Senti la convinzione che il Signore ti salva laddove deciderai di farlo entrare?

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 27 Gennaio 2022
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 27 Gennaio 2022