don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 22 Gennaio 2022

159

- Pubblicità -

Commento al Vangelo di Sabato 22 gennaio 2022 – II settimana del tempo ordinario

Commento al Vangelo del giorno a cura suor Angese Gizzi ASC, di don Domenico Bruno.

Link al video

Gesù si trova ad affrontare i primi rifiuti, quelli dei suoi familiari. I più vicini si rivelano lontani. E’ doloroso sentirsi traditi, quando poi c’è un vincolo di sangue e le aspettative sono altissime, è davvero tremendo. 

La comunità dei discepoli è chiamata a essere la comunità dell’ascolto; sicuramente i suoi ritenevano di avere ottime ragioni per ricondurlo a casa, ma non erano entrati nella logica dell’obbedienza alla volontà di Dio. 

Sarà stato difficile anche per Gesù dire: “Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?”. La famiglia dei credenti sarà quella di coloro che ascoltano la Parola di Dio e la mettono in pratica. Una scelta esigente che mette insieme rinuncia ai beni materiali e distacco dagli affetti, per poi riceverne il “cento per uno”. La Chiesa cresce per attrazione si esempi autentici, non per fumo di paglia.

  • E tu sei lievito o fuoco d’artificio?

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedenteSuor Benedetta – Commento al Vangelo del 22 Gennaio 2022
Articolo successivodon Mariano – Commento al Vangelo del 21 Gennaio 2022