don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 20 Gennaio 2022

112

- Pubblicità -

Commento al Vangelo di Giovedì 20 Gennaio 2022 – II settimana tempo ordinario

Commento al Vangelo del giorno a cura suor Angese Gizzi ASC, di don Domenico Bruno.

Link al video

Gesù diviene “segno di contraddizione”. Ancora una volta la folla accorre entusiasta dalla Galilea alla ricerca solo di un miracolo. La fede, però, cresce non per gli eventi, i miracoli, ma come cammino lungo e faticoso di ascolto e adesione al progetto divino d’amore che culminerà sulla Croce.

La “geografia” della folla ci permette di aprire la mente: spesso ci concentriamo sulle cose che non vanno, sulle singole situazioni che ci distruggono; pensiamo al particolare e non mettiamo a fuoco una visione completa delle cose. Penso a quanto volte chiediamo al Signore perché permetta certe cose senza conoscere il suo progetto più ampio.

E’ cosa buona recuperare uno sguardo d’insieme, aprirsi alla novità per quanto contraddittoria sembri. Allarghiamo gli orizzonti allora e incamminiamoci con Gesù per scorgere il nuovo “giorno”.

  • E tu, utilizzi lo zoom o la lente di ingrandimento? Guardi con più facilità l’orizzonte o il suolo che calchi?

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedentedon Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 20 Gennaio 2022
Articolo successivop. Giovanni Nicoli – Commento al Vangelo del 19 Gennaio 2022