don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 19 Settembre 2021

46

Gesù è grande perché fa crescere te!

Cosa hanno in comune Chiara Ferragni/Cristiano Ronaldo e Papa Francesco? Sono influencer.

Nel nostro piccolo tutti vorremmo essere influencer cioè persone che contano e riescono a influenzare il pensiero e le decisioni altrui… una sorta di opinion leader, uno che crea una opinione e riesce farla risultare rilevante. Sono quelle persone che si ritiene abbiano peso.

Ma c’è un pericolo: c’è chi può usare questa dote per far crescere gli altri e chi per far crescere se stesso.

Qui sta la differenza tra la Ferragni, o Ronaldo, e il Papa: i primi sono interessati a far crescere il proprio profitto economico riuscendo a portare al successo ogni prodotto che sponsorizzano; il Papa invece, come pastore, si preoccupa solo di portare verso la salvezza le persone che gli sono state affidate da Gesù. Chiara, o Cristiano, danno peso alla loro immagine, tutti credono che comprando le cose che mostrano possano diventare come loro, mentre Francesco si preoccupa affinché le persone seguano i suoi consigli per diventare santi, per diventare figli di Dio. Tutti i cristiani dovrebbe essere così e servire i fratelli.

Gesù questa Domenica dice: “Se uno vuole essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servitore di tutti” (Mc 9,30-37).

Essere servitore significa mettersi sul piatto della bilancia insieme a un’altra persona: tu vai giù perché il peso della tua preghiera e del tuo servizio possa far andare su l’altro, avvicinandolo a Dio e facendo in modo che sia una persona migliore, più santa. In questo senso saremo persone che hanno un peso nella vita.

Quante volte invece abbiamo desiderato e ci siamo dimenati per stare al di sopra agli altri perché la nostra cultura, le nostre competenze, la nostra posizione sociale erano degne di essere notate dalle persone e invece siamo rimasti sempre nell’ombra…

È davvero grande chi s’impegna a far crescere l’altro.

E se il servizio che Dio ci sta chiedendo fosse proprio quello di aiutare nel silenzio il fratello/sorella più piccolo/a ad emergere (magari perché è sempre stato/a sfortunato/a nella sua vita)?

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedenteCommento al Vangelo del 19 Settembre 2021 – Don Francesco Cristofaro
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 19 Settembre 2021