don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2022

76

- Pubblicità -

Commento al Vangelo di Giovedì 19 Maggio 2022 – V Settimana di Pasqua

Gesù non ci vuole musoni ma gioiosi. La cosa a cui dobbiamo stare attenti è di non confondere la gioia con l’allegria (almeno, non è solo questa) e la follia di momenti di sballo senza controllo. Queste sono cose che hanno in sé un rischio molto grosso: quello di allontanarci da Dio e farci credere che il dolore sia da evitare.

Certo, se accettassimo il dolore con passività e con masochismo non saremmo figli di Dio. San Pietro, infatti, ci dice: “Siete ricolmi di gioia, anche se ora dovete essere un po’ afflitti da varie prove” (1 Pt 1, 6).

La gioia che nasce dall’essere cullati e accompagnati da Cristo ci aiuta a vivere la sofferenza con occhi diversi, occhi di speranza. Ci aiuta a fare memoria che la croce è solo una collocazione provvisoria che noi siamo nati per gioire nella Resurrezione e non restare immobili nel dolore.

Un bel promemoria in questo tempo di Pasqua.

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedentedon Tonino – Commento al Vangelo del 19 Maggio 2022
Articolo successivodon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 19 Maggio 2022