don Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 18 Giugno 2022

60

- Pubblicità -

Commento al Vangelo di Sabato 18 Giugno 2022 – XI settimana tempo ordinario

Dio e la ricchezza. 

Difficile ammetterlo ma è così: tutti abbiamo il cuore diviso tra due realtà. 

Oggi, nella mentalità economica nella quale per giunta siamo calati, Dio non porta denaro, quindi meglio mercificare e monetizzare tutto.

Quante volte ci serviamo di Dio per avere un ritorno (morale, economico, sociale…), quante volte preferiamo sfruttare i beni materiali (come il corpo, le cose che la natura ci offre) per fini meramente economici perché crediamo possano arricchirci, facendoci detenere un potere. Il delirio del potere esclude così Dio credendo di poterci sostituire a Lui.

Alla fine, anzichè riconoscerci destinatari di un dono libero e gratuito, ci facciamo schiavi e diventiamo macchine che devono solo produrre un profitto: che sia morale, che sia sociale o che sia economico, ma sempre schiavi.

di cosa sei schiavo/a?

- Pubblicità -

Fonte: il blog di don Domenico | Unisciti al suo canale Telegram @annunciatedaitetti oppure clicca QUI |Visita anche il suo canale YOUTUBE


Articolo precedenteGesuiti – Commento al Vangelo del giorno, 18 Giugno 2022
Articolo successivodon Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 19 Giugno 2022